logo di Facebooklogo di Twitterlogo di YouTube
logo della Fondazione Querini Stampalia
C'era una volta la peste. Venezia e le misure di contenimento del morbo tra '500 e '600.
C\'era una volta la peste
C'era una volta la peste
Dal 09 Febbraio al 02 Maggio 2021

Senza un vaccino, quando l'idea stessa di vaccino era ancora lontana; senza disporre di terapie specifiche, non diversamente da quanto accade oggi per il Covid 19, la Repubblica di Venezia, con la concretezza di una società mercantile, si affida alle sole misure che paiono efficaci: disinfezione e quarantena preventive, distanziamento, isolamento.

Accanto a un'organizzazione articolata capace di reggere il più a lungo possibile nelle situazioni più critiche, anche la devozione popolare è una risorsa, che mobilita energie spirituali ed economiche con la costruzione, per voto, delle chiese del Redentore e della Madonna della Salute.

Sono gli aspetti indagati dalla mostra documentaria C'era una volta la peste. Venezia e le misure di contenimento del morbo tra '500 e '600, a cura di Angela Munari, negli spazi della Biblioteca della Fondazione Querini Stampalia dal 9 febbraio al 2 maggio 2021.

Specchiarsi in questa grande storia, che non è poi così lontana, conduce a un confronto ricco di rimandi e suggestioni e rafforza il senso di comunità nelle incognite che oggi siamo chiamati ad affrontare.

Volumi antichi, stampe, mappe ripercorrono la storia delle grandi pestilenze del passato, le rotte di propagazione del morbo, le ipotesi sull’origine e sulla trasmissione della malattia tra medicina e astrologia, paura e superstizione.

Una sezione è dedicata all’organizzazione sanitaria della Serenissima: le norme igieniche e la rete dei lazzaretti, i farmaci a base di erbe e spezie, i primi dispositivi di protezione individuale per i medici, dalla celebre maschera a becco, alla veste in tela cerata agli appositi occhiali.

Il percorso si conclude con uno sguardo alle espressioni religiose come elemento di coesione: affiancate alle misure di sicurezza, contribuivano alla ‘tenuta del sistema’ e al suo rilancio, con i grandi cantieri di templi votivi. Intorno a questi luoghi della fede nasce una tradizione di pellegrinaggio tra sacro e profano, viva ancora oggi nelle feste veneziane del Redentore e della Salute.

Si ringraziano, per la collaborazione, le associazioni  Ekos Club Onlus e Archeoclub d'Italia Sede di Venezia (Ecomuseo Isola del Lazzaretto Nuovo, www.lazzarettiveneziani.it)

Calendario
 
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
© FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA ONLUS, PARTITA IVA 02956070276 - CREDITI
x

Crediti del sito web

Design
Studio Camuffo

Sviluppo
Alvise Rabitti
Giovanni Rosa