logo di Facebooklogo di Twitterlogo di YouTube
logo della Fondazione Querini Stampalia
Anita Sieff

La sala da pranzo del Museo si anima di presenze invisibili che riempiono lo spazio con le loro parole e si fanno immaginare coinvolte in dialoghi e discussioni attorno al tavolo imbandito di piatti, posate, bicchieri il cui rumore si percepisce in sottofondo.

 

Quelli che stiamo ascoltando sono gli incontri di Public, un’opera nata nel 1996 al Museo Guggenheim di Venezia, dove Anita Sieff per cinque anni ha dato vita a incontri settimanali tra artisti, curatori, critici, scienziati ed esperti di diversi saperi, invitandoli a rappresentare se stessi attraverso lo scambio e la condivisione. Non si trattava di dibattiti o conferenze su temi prestabiliti ma di vere e proprie performances, esperimenti sulle modalità di sviluppo del pensiero creativo. In Risonanze si sovrappongono e confondono piani temporali e spaziali diversi: c’è il tempo/spazio del ‘qui ed ora’ in cui collochiamo noi stessi che sentiamo queste voci nel Museo della Querini Stampalia; c’è il tempo/spazio di allora che rende attuale quell’esperienza vissuta dall’artista; ma c’è anche un tempo/spazio precedente che ci proietta nel Settecento quando la stessa sala, frequentata dai Querini, era luogo destinato alle riunioni conviviali della famiglia.

 

L’installazione è stata donata da Anita Sieff in occasione dell’esposizione Ordine di senso del 2010.

Anita Sieff, Risonanze, installazione sonora, 21’14’’, 2010
Agostino Osio
Anita Sieff, Risonanze, installazione sonora, 21’14’’, 2010
© FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA ONLUS, PARTITA IVA 02956070276 - CREDITI
x

Crediti del sito web

Design
Studio Camuffo

Sviluppo
Alvise Rabitti
Giovanni Rosa