logo di Facebooklogo di Twitterlogo di YouTube
logo della Fondazione Querini Stampalia
George Adéagbo
George Adéagbo, maschere Punu del Gabon
Agostino Osio
George Adéagbo, maschere Punu del Gabon

Per Georges Adéagbo tutto ha sempre inizio quando arriva un invito per una sua installazione site specific. La città, la storia del luogo (in questo caso quella della famiglia Querini con gli oggetti d’arte nella sua casa/museo) diventano il punto da cui partire e attorno al quale far ruotare tutto il progetto della mostra. 

 

Il luogo prescelto diventa allora familiare e inizia ad essere analizzato e studiato, scavato ed esplorato come da un archeologo del sapere alto e del costume più popolare. La sua arte consiste nel raccogliere e organizzare le infinite possibilità di storie legate agli oggetti più diversi. Come un collezionista di “cose” e “simboli” culturali del mondo, Adéagbo procede tessendo in un dialogo critico la sua terra africana con quella d’Occidente.

 

 

Al Museo della Fondazione Adéagbo ha donato due maschere africane esposte alla mostra La Rencontre ..! Venise-Florence ..! del 2008. Si tratta di due manufatti in legno dipinto provenienti dalla regione meridionale del Gabon (Africa centrale), raffiguranti il volto di due figure femminili che rappresentano lo spirito dei morti durante le cerimonie funebri tradizionali.

 

Attraverso l'uso di commenti personali scritti a mano su piccoli pezzi di carta disposti a fianco a questi oggetti,  Adéagbo crea dei collegamenti concettuali che mettono in relazione una vasta gamma di pensieri, visioni, prospettive appartenenti a due mondi così lontani e differenti ta loro.

© FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA ONLUS, PARTITA IVA 02956070276 - CREDITI
x

Crediti del sito web

Design
Studio Camuffo

Sviluppo
Alvise Rabitti
Giovanni Rosa