logo di Facebooklogo di Twitterlogo di YouTube
logo della Fondazione Querini Stampalia
Incroci di civiltà 2014
04 Aprile 2014

Nell’ambito di Incroci di civiltà 2014, il Festival Internazionale di Letteratura a Venezia, promosso da Università Ca' Foscari, Fondazione di Venezia, Comune di Venezia - Assessorato alle Attività Culturali e Cafoscari letteratura, la Fondazione Querini Stampalia propone due incontri.

 

Alle ore 14.30 appuntamento con Abdolah Kader, Iran/Olanda.    Lo scrittore conversa con Daniela Meneghini, Università Ca’ Foscari di Venezia.    L’incontro ha il sostegno del Consolato Generale dei Paesi Bassi a Milano.    Incontro in lingua inglese (traduzione simultanea disponibile).   Ingresso libero con prenotazione obbligatoria: www.incrocidicivilta.org

 

Alle ore 16 appuntamento con Abilio Estévez, Cuba.    Lo scrittore conversa con Susanna Regazzoni, Università Ca’ Foscari di Venezia.     Incontro in lingua spagnola (traduzione simultanea disponibile) Ingresso libero con prenotazione obbligatoria: www.incrocidicivilta.org

 

Abdolah Kader, nato in Iran nel 1954, perseguitato dal regime dello scià e poi da quello di Khomeini, rifugiato politico in Olanda dal 1988, è diventato uno dei più importanti scrittori di questo Paese, costantemente nella lista dei best-seller. Con Scrittura cuneiforme conquista il pubblico internazionale: è la storia di Ismail, profugo come l’autore, che inizia a tradurre il quaderno nel quale suo padre Akbar, riparatore di tappeti sordomuto, aveva preso appunti nel corso degli anni usando un misterioso alfabeto cuneiforme ricavato da un’antica iscrizione lasciata in una grotta del monte Zafferano dal re persiano Ciro. In queste pagine prende forma la storia dell’Iran, dalla modernizzazione forzata degli scià, la lunga lotta di liberazione e poi la vittoria degli Immam e di Khomeini. La casa della moschea, votato dai lettori olandesi come la seconda migliore opera mai scritta nella loro lingua, è Premio Grinzane Cavour 2009.  

 

Abilio Estévez (1954), erede della più raffinata tradizione letteraria ispanoamericana, appartiene alla diaspora cubana e vive a Barcellona. È autore di opere teatrali, poesie, saggi e racconti. Tuo è il regno (1997), il suo primo romanzo, ambientato nel periodo precedente alla Rivoluzione, è una riflessione nostalgica di grande spessore, presieduta dall’immagine mitica dell’Isola, destinata ad iscriversi tra gli universi fantastici creati dalla letteratura ispanoamericana contemporanea. Autore colto ed elegante, descrive la sofferenza di un quotidiano irrimediabilmente uguale a se stesso e tratteggia personaggi sospesi tra il realismo e il magico. I palazzi lontani (2002), l’ultimo romanzo tradotto in Italia, è un commovente omaggio all’Avana, ai quartieri più poveri, alle strade polverose e dissestate, al lungomare dove i bambini si rincorrono e fanno il bagno. Estévez assume in pieno la condizione contraddittoria dell’insularità, come osservatorio privilegiato per rielaborare la cultura universale, attraverso un rapporto di amore e odio con le proprie radici.    

Incroci di civiltà - logo
Incroci di civiltà - logo
Calendario
 
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
© FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA ONLUS, PARTITA IVA 02956070276 - CREDITI
x

Crediti del sito web

Design
Studio Camuffo

Sviluppo
Alvise Rabitti
Giovanni Rosa