logo di Facebooklogo di Twitterlogo di YouTube
logo della Fondazione Querini Stampalia
QueriniLive. Visite guidate digitali: 20 e 27 maggio, ore 18
QueriniLive. A perdita d\'occhi
QueriniLive. A perdita d'occhi
Dal 20 al 27 Maggio 2021

A perdita d’occhio…  

E' il nuovo appuntamento con QueriniLive le visite guidate digitali in diretta, per scoprire la  Querini Stampalia e le sue nuove mostre

Ad accompagnare il ‘visitatore’ tra le sale che per i prossimi mesi ospiteranno due originali progetti, saranno curatori ed esperti

Ancora una volta antico e contemporaneo insieme, per una riflessione inedita, mai banale sul tema del paesaggio.  Ancora una volta è un invito a visitare la Querini Stampalia quanto prima, di persona, per continuare a vivere un’emozione.

 

Le visite guidate digitali in diretta, su piattaforma ZOOM, sono in italiano.

Il costo è di 3 euro per ciascun collegamento.  

Per prenotare CLICCA QUI

 

Programma nel dettaglio:

 

giovedì 20 maggio 2021, ore 18

Venezia panoramica. La scoperta dell’orizzonte infinito

con Giandomenico Romanelli e Pascaline Vatin

La più grande veduta di Venezia mai realizzata: è quella dipinta nel 1887 dal pittore e decoratore veneziano Giovanni Biasin. Viene esposta per la prima volta dopo il recentissimo restauro conservativo che ne ha recuperato gli splendidi colori originali. Più che una ‘veduta’ è un ‘panorama’ della città.

Il progetto espositivo nasce dal desiderio di presentare a Venezia, oltre un secolo dopo, lo sguardo originalissimo di Biasin sulla città, ma è anche l’occasione per ricostruire, attraverso una sessantina tra incisioni e dipinti, quel viaggio avvincente che parte dalle minuscole vignette xilografiche quattrocentesche, concentrate quasi soltanto su Piazza San Marco, e si allarga man mano a scorci sempre più vasti dello skyline di Venezia, fino ad abbracciarne l’intero orizzonte.

La mostra, a cura di Giandomenico Romanelli e Pascaline Vatin, è aperta al pubblico fino al  12 settembre 2021.

 

27 maggio , ore 18

Un’evidenza fantascientifica. Luigi Ghirri, Andrea Zanzotto, Giuseppe Caccavale

con Marta Savaris

Un progetto che mette a confronto fotografia, pittura e poesia offrendo una nuova occasione di valorizzazione tra i linguaggi dell’arte.

Il dialogo è a tre: un artista visivo come Giuseppe Caccavale e un grande poeta come Andrea Zanzotto si confrontano con le opere di Luigi Ghirri sul grande tema del paesaggio, fil rouge che lega tutti gli atti del Fondo. L’obiettivo è comporre un paesaggio inedito tanto irriconoscibile e trasfigurato da sembrare il paesaggio di un altro mondo, fantascientifico appunto.

Per l’occasione Giuseppe Caccavale crea una grandiosa installazione a parete nel Portego antico della Biblioteca della Querini Stampalia, il ‘Murale di carta’: un immenso e arioso acquerello che riveste le pareti della grande sala. Il risultato è un inedito paesaggio variegato e ultramondano in cui l’artista combina figure, disegni, colori e parole.

La mostra, a cura di Chiara Bertola e Andrea Cortellessa, è aperta al pubblico fino al 17 ottobre 2021

Calendario
 
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6
© FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA ONLUS, PARTITA IVA 02956070276 - CREDITI
x

Crediti del sito web

Design
Studio Camuffo

Sviluppo
Alvise Rabitti
Giovanni Rosa