logo di Facebooklogo di Twitterlogo di YouTube
logo della Fondazione Querini Stampalia
Robert McCarter. Atmosphere in the Architecture of Carlo Scarpa: 11 novembre, ore 17
Area Carlo Scarpa, particolare
Alessandra Chemollo
Area Carlo Scarpa, particolare
11 Novembre 2016

Come nessun altro architetto moderno, Carlo Scarpa ha sperimentato due mondi: l'antico e il moderno. La sua architettura, così rappresentativa del tempo e del luogo, è particolarmente modellata dall'esperienza stessa dell’abitante.

L'esplorazione delle opere di Scarpa che propone l'architetto Robert McCarter si sviluppa mediante l'analisi del processo progettuale, ma anche mediante attraversamenti esperienziali, costruiti “su misura”, dei suoi principali progetti. Per Scarpa, solo un ricco apprezzamento della storia e della cultura di una regione può dare ad un architetto la capacità di progettare per un luogo specifico.

Robert McCarter è autore di una importante monografia sul lavoro di Carlo Scarpa pubblicata da Phaidon nel 2013.

Nella conferenza Atmosphere in the Architecture of Carlo Scarpa, in Fondazione Querini Stampalia venerdì 11 novembre, alle ore 17, Robert McCarter leggerà, in particolare, il contributo dell’opera di Scarpa nel creare un'atmosfera speciale dentro i suoi splendidi interni attraverso il sapiente uso della luce e dell’ombra, dell’acqua e dei suoi riflessi, del colore e delle vibrazioni, con riferimento ai lasciti dell’architettura tradizionale veneziana e orientale.

Introduce l'incontro: Renato Bocchi

discutono: Fulvio Lenzo e Maura

La conferenza fa parte del ciclo  DELL’IMMATERIALE, a cura di  Chiara Bertola e Renato Bocchi, che vede coinvolte Università Iuav di Venezia e  Fondazione Querini Stampalia.

L'obiettivo del progetto è sondare e analizzare il vasto territorio 'dell'immateriale' attraverso appuntamenti teorici in cui si propone l’analisi di opere artistiche e di architetture che trovano il proprio senso nella smaterializzazione e nelle alterazioni percettive che dissolvono il confine tra il reale e la sua visione: opere fatte di luce, di suono, di spazi impalpabili, ed altre generate dalla condizione relazionale, dal coinvolgimento diretto ed emotivo di azioni performative.

L'incontro non prevede traduzione simultanea dell'intervento di Robert McCarter.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

 

Per maggiori informazioni

Calendario
 
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
McCarter_comunicato stampa
 

clicca qui

© FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA ONLUS, PARTITA IVA 02956070276 - CREDITI
x

Crediti del sito web

Design
Studio Camuffo

Sviluppo
Alvise Rabitti
Giovanni Rosa