logo di Facebooklogo di Twitterlogo di YouTube
logo della Fondazione Querini Stampalia
Tra Venezia e il Mondo. I fotografi Luigi Ferrigno e Mark Smith si raccontano: 2 e 9 febbraio, ore 18
Tra Venezia e il Mondo. I fotografi Luigi Ferrigno e Mark Smith si raccontano
Tra Venezia e il Mondo. I fotografi Luigi Ferrigno e Mark Smith si raccontano
Dal 02 al 09 Febbraio 2022

La fotografia come forma d’arte e come testimonianza. 

La Querini Stampalia è anche, ancor di più, un luogo della fotografia: centro di documentazione fotografica, su Venezia specialmente, e di studio della storia stessa della fotografia.

Le immagini che Luigi Ferrigno e Mark Smith hanno da poco deciso di donare alla Fondazione sono un racconto del mondo e della città forse più rappresentata al mondo.

Andranno ad accrescere il patrimonio della Querini Stampalia che già comprende l’Archivio di Graziano Arici, con oltre un milione di scatti, e il Fondo Luigi Ghirri, affidato alla Querini Stampalia in comodato d’uso da Roberto Lombardi, collezionista di arte contemporanea, oltre alle raccolte fotografiche della Fondazione.

La Querini presenta gli autori e il loro lavoro con un doppio appuntamento:

 

2 febbraio 2022, ore 18

Luigi Ferrigno conversa con Paolo Navarro Dina, giornalista

Introduce Lorenza Bravetta, consulente per la fotografia

 

9 febbraio 2022, ore 18

Mark Smith conversa con Paolo Coltro, giornalista

Introduce Lorenza Bravetta, consulente per la fotografia

 

Il doppio appuntamento è il primo atto di un programma di valorizzazione di queste collezioni e occasione di scoprire come hanno preso forma nel tempo attraverso il racconto dei protagonisti. 

La partecipazione del pubblico è possibile solo con Green Pass rafforzato e mascherina FFP2 e su prenotazione a: [email protected]

 

L’Archivio di Luigi Ferrigno raccoglie circa 26.000 immagini dal 1958 ad oggi. Completamente digitalizzato, il fondo consiste in 12.400 diapositive; 7.165 negativi; 1.816 stampe in b/n; 524 fotocolor, più 3.807 scatti digitali. Due sono i principali filoni di interesse del fotografo: 

il primo, che corrisponde agli inizi della sua produzione,vede protagonista Venezia e la sua società con particolare attenzione ai mestieri, alla vita quotidiana, agli usi e costumi. Ci sono i pescatori che vivono in barca, i bambini  che giocano in campo, i lavoratori del vetro nelle fornaci di Murano. Istantanee di vita, che fanno di questo archivio una fonte preziosa per meglio capire la storia contemporanea della città.

Il secondo filone, alla ripresa dell’attività del fotografo negli anni ‘90, ha come focus la Venezia monumentale con le sue chiese e le sue pietre. Un'indagine che vuole testimoniarel’esistente,condotta anche in collaborazione con la Protezione Civile del Comune di Venezia.

 

L’Archivio di Mark Smith conta più di 800.000 immagini. Comprendono fotografie di archeologia, architettura, nudo artistico, reportage di viaggio, prodotti in più di quarantacinque anni di lavoro: 600.000 tra diapositive e negativi in bianco e nero, 210.000 già digitalizzati, e oltre 200.000 scatti in digitale dal 2002, di cui altri 36.000 nudi. 

Cultura, politica, cronaca: Venezia, indagata dal punto di vista artistico, storico, culturale con un’attenzione agli eventi che hanno caratterizzato i momenti salienti della città nell’ultimo mezzo secolo, ma anche l’Italia e il mondo, osservati con la sensibilità del reporter e con attenzione agli aspetti artistici, architettonici, paesaggistici, sociali.

 

Tutti i materiali di questi archivi fotografici saranno conservati presso la Fondazione e messi a disposizione del pubblico per la consultazione. La Fondazione si impegna inoltre a promuovere iniziative di studio e valorizzazione.

Mark Smith e Luigi Ferrigno conserveranno i diritti commerciali sugli Archivi. Con il loro lavoro continueranno ad arricchirli, ampliando la nostra ‘memoria collettiva’.

 

Luigi Ferrigno nasce a Venezia nel 1935. Figlio di albergatori, a sedici anni inizia a lavorare in un importante hotel veneziano e presto si trasferisce prima a Roma e poi a Napoli lavorando sempre nel settore dell'ospitalità.

Rientra a Venezia nel 1956 e già dal 1957 diventa socio del circolo fotografico “La Gondola”, dimostrando quindi una passione precoce per la fotografia. Nel 1961 insieme a fotografi più noti quali Gianni Berengo Gardin, Giuseppe “Bepi” Bruno, Paolo Magnifichi, abbandona il Circolo “La Gondola” e fonda il Gruppo fotografico “Il Ponte”. In questi anni lascia anche il settore alberghiero e inizia a lavorare in fornace a Murano per la vetreria di Aureliano Toso. Partecipa a molte mostre fotografiche a partire dalla collaborazione alla Mostra Internazionale Biennale di Fotografia del 1957 e del 1959.

Una quarantina di stampe originali d’epoca sono in possesso della Fondazione Keith de Lellis di New York per lo studio della fotografia italiana fino al 1966.

 

Mark Edward Smith nasce in Marocco nel 1942 da famiglia inglese. Da oltre 45 anni si dedica alla fotografia professionale specializzandosi in reportage di viaggio, arte, architettura e nudo. Ha assistito Helmut Newton, Marc Riboud e Elliott Erwitt e Oliviero Toscani in stage fotografici in Italia e Francia. E’ stato fotografo ufficiale delle Biennale di Venezia, del Comune di Venezia per l’Assessorato alla Cultura, del Teatro La Fenice e di  Palazzo Grassi.

Ha partecipato ad oltre 38 mostre fotografiche personali, insegnato e tenuto conferenze sulla fotografia. 

Ha collaborato con le principali riviste mondiali  quali  New York Times, The Times, Weekend, Geo, Dove, Bell’Italia, Bell’Europa, Winds, FMR, Meridiani, Paris Match, Herald Tribune, Life, Focus, Merian, Harpers Bazar, Ligabue Magazine, Gente Viaggi, Tuttoturismo, Panorama, Espresso, Vie dell’Infinito, Weekend.

Ha pubblicato 56 libri in Italia, Gran Bretagna, Francia, U.S.A., Germania, Corea, Giappone con case editrici come Rizzoli International, Hirmer, Arsenale Editrice, Frances Lincon, Franco Maria Ricci, Guptill, Elzeviro, Marsilio, Antique Collector’s, Getty Museum, Marcianum Press. 

Calendario
 
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
© FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA ONLUS, PARTITA IVA 02956070276 - CREDITI
x

Crediti del sito web

Design
Studio Camuffo

Sviluppo
Alvise Rabitti
Giovanni Rosa