Accessibilità

Logo_Header_Black

Arriverà domani

27 marzo 2024, ore 18

In occasione della Giornata Mondiale del Teatro, negli spazi storici della Fondazione Querini Stampalia (Biblioteca e Area Scarpa), un gruppo di adolescenti darà vita ad una performance itinerante a cura di Mattia Berto e del Teatro di Cittadinanza, liberamente tratta da Aspettando Godot di Samuel Beckett. Durante la performance gli spettatori saranno coinvolti in un breve viaggio di scoperta sulle prospettive e sulle inquietudini delle nuove generazioni.

Regia di Mattia Berto. Impianto drammaturgico di Arianna Novaga. Costumi di Roberto Piffer. Fotografia di Riccardo Grassetti.

Previste quattro repliche: ore 1717.30; 18; 18.30; per un massimo di 20 persone ciascuna. 

Ingresso libero, su prenotazione a questo link.
Se fai parte della nostra membership ‘Amici della Querini’ hai un posto riservato; per partecipare scrivi a amici@querinistampalia.org.

L’ ingresso del pubblico, per l’occasione, è dal Ponte Scarpa in Campiello Querini.

 

La performance è a conclusione del laboratorio teatrale Shall We Go, a cura di Mattia Berto e del Teatro di Cittadinanza, che ha visto nel mese di marzo un gruppo di giovani tra i 14 e i 20 anni riflettere e confrontarsi sul Tempo, negli spazi della Querini.

Aspettando Godot è una famosa opera teatrale, ma anche una potente metafora della condizione attuale vissuta da molti giovani, in bilico tra l’attesa di un ignoto ma promettente futuro e l’assurdità del tempo presente. 

Il Teatro di Cittadinanza, nato da un’idea del regista veneziano Mattia Berto, è un collettivo di attori-cittadini che agisce in spazi pubblici e privati della città con azioni performative tematiche site specific. Da un decennio il collettivo abita calli e campielli, botteghe e locali, case private, alberghi, carceri, musei e gallerie, attivando una riflessione condivisa e partecipata sulle problematiche dei centri urbani, in particolare su Venezia.

Si ringraziano Rubelli Group, Roberto Piffer, Al Todaro Venezia, La Toletta libreria. 

Comunicazione di servizio

Domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile, la Biblioteca resterà chiusa.